Home » Tempio della Concordia

Tempio della Concordia

Giovanni Brun – 1795

da Itinerario istruttivo di Roma antica e moderna – Mariano Vasi – 1816

Credesi comunemente, che questo sia stato eretto da Livia, e dedicato da Tiberio alla Concordia Virile, in memoria del la buona armonia, che passò tra essa ed Augusto, suo Marito. Essendosi poi rovinato nell’incendio Vitelliano, fu ristaurato per ordine del Senato, e del Popolo Romano, come si legge nell’iscrizione posta sull’architrave. Di questo Tempio altro non ci rimane, che il suo magnifico portico, il quale è composto di otto superbe cologne di granito Orientale, d’ordine Jonico, sostencoti il loro cornicione: ciascuna di esse è della circonferenza di 3 palmi, e di 59 d’altezza, compreso il capitello, e la base; le grossezze per altro, e gl’intereolunaj sono fra loro disuguali; ciocchè fa credere, che questo Tempio sia stato ristaurato in tempo di Costantino, colle spoglie d’altri edifici. Sono bellissi mi gli ornamenti d’architettura, scolpiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *