Home » Foro Romano

Foro Romano

da Itinerario istruttivo di Roma antica e moderna – Mariano Vasi – 1816

Il più celebre, e rinomato luogo dell’antica Roma era certamente il Foro, chiamato per antonomasia, Romano, sia per le assemblee, che vi teneva il Senato, e il Popolo Romano, sia per la bellezza, e magnificenza dei Tempj, delle Basiliche, degli Archi Trionfali, delle Curie, dei Portici, e degli altri pubblici, e privati edificj, che lo decoravano; i quali erano tutti ornati di colonne, di bronzi dorati, e di un numero infinito di statue. La denominazione di Foro viene a ferendo, cioè dal portare, nome che i moderni anno cambiato in piazza. La figura di questo Foro era d’un quadrato lungo che si estendeva in larghezza, dall’Arco di Settimio Severo, fino al Tempio di Antonino e Faustina esclusivamente; ed in lunghezza , da questo Tempio fino a quello di Romolo, situato verso la Chiesa della Consolazione. Il medesimo luogo, che fu cotanto famoso in tempo di Roma trionfante, dopo la sua decadenza, essendo nella massima parte rovinati gli edificj, che lo rendevano ammirabile, à servito fino ai nostri tempi, per campo, o sia per mercato di vaccine, e d’altre bestie da macello, da cui prese il nome di Campo Vaccino.

Quantunque esso abbia perduto il suo antico splendore nulladimeno fra le rovine, ci restano tanti preziosi ed interessanti monumenti, che fanno l’ammirazione di tutti gli amatori delle antichità, e delle belle arti; specialmente in oggi per essersi fatti risorgere dalla terra, che per tanti Secoli li avea tenuti in parte sepolti, come chiaramente apparisce Il primo antico monumento, che trovasi nel Foro, alle radici del Campidoglio, è il Tempio di Giove Tonante.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *